Seleziona una pagina

L’estate sta finendo e con l’abbassamento delle temperature per molti è già tempo di tirare fuori le prime giacche.

In vista dell’inverno, ti è mai capitato di togliere dal tuo armadio ad esempio un maglione dal collo alto e dall’aspetto gonfio, che solo guardandolo ti fa percepire subito una percezione di calore?

L’ideale per una gita fuori porta, un pranzo in famiglia o una cena romantica. Un abito che magari non indosseresti mai per recarti al lavoro, proprio perché anche solo guardandolo ti sembra diverso rispetto a quello che utilizzi tutti i giorni, dall’aspetto fit.

Non si tratta solo di differenze legate all’estetica ma proprie della lunghezza del filato. Noi di Sartoria Arcaini, a questo proposito, abbiamo deciso di dedicare un approfondimento alla differenza di tessuti cardati e tessuti pettinati, per permetterti di fare le migliori scelte qualora dovessi rivolgerti a noi per la realizzazione di un abito ma anche nei tuoi acquisti quotidiani.


Le caratteristiche dei tessuti pettinati

Iniziamo presentandoti i tessuti pettinati, i quali già solo guardandoli, si presentano con un tipico aspetto rasato, donando una sensazione di leggerezza.

Essi sono realizzati con fibre naturali (di origine animale come la lana o vegetale come il cotone) più lunghe perché permettono di ottenere filati più fini e non “pelosi”.

Per aumentare la resistenza dei filati pettinati questi possono essere sottoposti a successive e importanti torsioni che ne aumentano anche la ripresa alla piega. Un tessuto pettinato è quindi in definitiva più morbido, fine, anche in senso di stile, più adatto a un abbigliamento che vuole trasmettere sobrietà nel vestire ed eleganza.

I tessuti cardati

A differenza dei tessuti pettinati, i tessuti cardati si presentano anche al primo sguardo più pesanti. Osservandoli potrai notare il loro aspetto morbido e gonfio.

Donano una sensazione di calore maggiore, non dipendente unicamente dal peso degli stessi, ma anche per i finissaggi che sono stati applicati in fase di realizzazione.

I tessuti cardati sono “prerogativa” dell’abbigliamento invernale e per realizzarli si usano fibre più corte che uscendo dal filato danno il tipico aspetto peloso, gonfio e morbido: pensiamo ad esempio a un bel maglione in cachemire o in lana merinos.

Guida alla scelta

Per comprendere quale scelta di acquisto sia più opportuna alle tue esigenze, concludiamo il nostro approfondimento presentandoti le principali differenze tra i tessuti cardati e i tessuti pettinati.

Come avrai potuto comprendere dal paragrafo precedente, innanzitutto, hanno un impatto estetico differente.

I tessuti pettinati si adattino meglio ad occasioni più ufficiali. Essi infatti sono più fini, sia di titolo che di stile; un capo in filato pettinato può essere una maglia collo alto da indossare sotto la giacca, o una scollo V da portare con la camicia.
I tessuti cardati, invece, oltre ad essere più pesanti anche esteticamente, hanno un aspetto più morbido, quasi gonfio. Sono quindi da indossare da soli.

Un’altra importante differenza, consiste, di fatto nelle tecniche di lavaggio. Il tessuto cardato subisce un lavaggio con prodotti appositi, utile a conferire alle fibre un miglior volume, garantendone la morbidezza.

Un fattore possibile perché le fibre non sono compatte e parallele. La stabilità dimensionale del capo cardato è quindi più sensibile, per questo si raccomanda attenzione all’acquirente durante la fase di lavaggio.

Il team di Sartoria Arcaini è a completa disposizione per comprendere e interpretare le tue esigenze, per supportarti nella realizzazione dell’abito dei tuoi sogni. Contattaci!

Cookie Policy -  Privacy Policy