Seleziona una pagina

Abiti

Da come ti vesti si capisce cosa hai nel cuore.

BESPOKE OR MADE TO MEASURE

Spesso il termine “Bespoke su misura” viene confuso con “Made to
Measure” (fatto su misura), tuttavia, si tratta di due parole con significati
differenti.

Bespoke su misura

 

La lavorazione Bespoke su misura è più specifica rispetto a quella Made to Measure e, pertanto, richiede dei tempi di lavorazione più lunghi. È la massima espressione della moda maschile formale A differenza del Made to Measure, si tratta di un capo creato e realizzato sulle specifiche misure ed esigenze stilistiche del  cliente, portando il livello di personalizzazione dell’articolo al massimo. È un prodotto unico pensato e progettato da esperti tagliatori e abili sarti, realizzato grazie a una stretta collaborazione tra cliente e sarto. Ogni creazione è un’opera d’arte unica, sia nelle misure che nelle svariate personalizzazioni, che ogni cliente può decidere a suo piacimento.
La lavorazione di un articolo artigianale “Bespoke su misura” è imperniata su diverse fasi Incontro con il cliente: è il primo step ed è particolarmente importante in quanto vede la conoscenza del cliente che è al centro del progetto, con l’artigiano che funge da consigliere di stile in base alle proprie specifiche esigenze.
Misurazione: in questa fase il sarto evidenzia struttura, postura e tutti i suoi correlati difetti, per “cucirgli addosso” il prodotto ideale

Personalizzazione: giunti a questo punto si potrà dare libero spazio alle proprie esigenze stilistiche scegliendo a proprio piacimento forma del revers tasche,  bottoni, mono o doppio petto, risvolti e lunghezza dei pantaloni, pinces e attraverso la scelta dei molteplici dettagli, particolari raffinati unici ed esclusivi: stoffe dei migliori lanifici, fodere dai colori più svariati, la possibilità di ricamare scritte o date, bottoni gioiello, in madreperla, corno, corozo o rivestiti in tessuto di seta e tanto altro ancora.
Lavorazione esclusivamente sartoriale: il prodotto passa in questa fase nelle mani sapienti degli artigiani che lavorano completamente a mano un capo davvero unico, il processo di confezione richiede a volte fino a 4 incontri durante i quali vengono prese le misure del cliente e l’abito viene modificato fino ad ottenere la vestibilità desiderata Viene cucita l’etichetta che ricorda l’unicità del capo.

Di solito, il processo richiede dalle 5 alle 7 settimane, soprattutto per i nuovi clienti, in quanto verrà creare il modello personalizzato sulle specifiche misure. La consultazione iniziale richiede circa 60 minuti ed in seguito programmiamo 2 o 3 fitting anche a seconda struttura e della forma corporea del cliente.

Bespoke ovvero Sartoriale su misura, oppure Made to Measure fatto su misura: quale scegliere?

Entrambi i servizi hanno il loro importante pregio, e in entrambi i metodi viene sempre creata una scheda personale del cliente in modo tale da rendere i futuri
ordini più veloci salvo variazioni delle misure che verranno comunicate dal cliente o riscontrate da un check up del sarto prima di procedere.
Allo stesso momento le due lavorazioni mostrano le loro differenze sia in termini di servizio, sia in termini di prodotto finale, sia in termini di costo.

Vantaggi abito su misura “made to mesure”:
• Ottimo rapporto qualità prezzo
• Ampia possibilità di personalizzare il capo
• Vestibilità adattata sul cliente
• Tempi di attesa per la realizzazione entro le 3 settimane

 

Il servizio “Bespoke su misura” è un’opportunità per possedere qualcosa che è progettato e creato esclusivamente per te: non incontrerai mai qualcuno che indosserà lo stesso articolo! Dai tessuti esclusivamente selezionati, al massimo livello di personalizzazione, al taglio del modello personale, alla sartoria artigianale e alla perfezione della vestibilità dell‘articolo, cucito rigorosamente sulle specifiche misure corporee al fine di renderlo una vera e propria seconda pelle per il cliente.
• Può essere completamente personalizzato
• Ha una vestibilità ottimale

TESSUTI PER ABITI

In ambito sartoriale, la lana è il tessuto fondamentale dell’abbigliamento
classico, in particolare di quello maschile.
Le sue caratteristiche igroscopiche e di isolamento termico la rendono regina
dei capi esterni. Conoscere i tessuti significa quindi innanzitutto conoscere la lana, caratterizzata principalmente da due fattori: la finezza e il peso.

Finezza della lana

Finezza della lana

Spesso troviamo in cimosa scritte con cifre apostrofate come 130’s o simili.
Queste scritte stanno a indicare la finezza del filato con cui è stato realizzato il tessuto. Trattasi di un’unità di misura di origine inglese dove “s” sta a indicare Super e il numero definisce ormai direttamente la finezza del vello, e più il numero è alto più elevata è la finezza del filato.

Oggi siamo in grado di misurare le frazioni di millimetro ed è possibile
convertire in moderni e comprensibili micron l’antica ed ermetica espressione Super conservatasi solo per l’inestimabile tendenza del mondo tessile a rispettare la tradizione. Per esempio una lana Super 150’s ha una media di 16 micron, e per ogni mezzo micron in meno si hanno 10’s in più.

Peso del tessuto

Il peso del tessuto si esprime in grammi od once per metro lineare, tenendo presente che la larghezza dei tessuti è generalmente di 150 cm. Se nella tirella del tessuto leggiamo 12 oz, significa che un metro di quel tessuto pesa 12 once
cioè circa 340 grammi. La prima differenza da tener presente è quella tra tessuti pettinati e tessuti cardati.
I pettinati risultano più lucenti e a parità di torsione del filato, resistono più dei cardati all’abrasione e alla trazione.
L’armatura è uno dei fattori che più influenzano le attitudini ed il carattere di un tessuto. Con una generalizzazione estrema, tutti i sistemi possono essere ricondotti a due progenitori:
• l’armatura tela, in cui ogni filo di trama passa una volta sotto e una sopra a ogni filo di ordito e viceversa
• l’armatura diagonale o twill in cui il passo è invece due su due per la batavia e due su uno per la saia

Lo sfalsamento scalare e regolare degli incroci genera in superficie il tipico disegno diagonale. Le tele sono tendenzialmente ruvide, aerate e rigide, mentre con le armature batavia si ha un prodotto più fitto, liscio e cedevole.

Contatti

Compila il form per essere ricontattato e ricevere più informazioni.

Indirizzo

Via Borgo Santa Caterina 41, Bergamo

Chiamaci

+39 035 226 405

Email

info@arcaini.it

Cookie Policy -  Privacy Policy